Mano a mano che la mia ricerca artistica prosegue, si modificano anche i miei modi di disegnare e dipingere la figura. Mi accorgo che i disegni diventano via via più ricercati, più rifiniti in alcune parti: l’espressione del viso, la posizione della testa e delle mani… mentre il senso dello spazio intorno alla figura rimane ancora timoroso e non risolto. In questa mancanza apparente di profondità e di connotazione logistica, sento fortemente l’eredità di Handy Warhol e di Francis Bacon.

MGP studio

Studio di ritratto